You are hereItinerario delle Città Venete

Itinerario delle Città Venete


Lo Splendore delle Città Venete

Itinerario di una settimana

 

1’ GIORNO
Visita della città di Asolo, piccola città medievale con il suo castello caratteristico chiamato Rocca.
 In questo villaggio vivevano persone come Caterina Cornaro regina di Cipro, Eleonora Duse famosa attrice di teatro e musa di Gabriele D'Annunzio, Robert Browning artista di fama mondiale, e Freya Stark.
 Visita di Villa Sandi, situata a Crocetta del Montello, dove nelle sue cantine tutte le bottiglie sono tenute correttamente e curate durante l'intero processo di invecchiamento.
Prosecco e altre degustazioni di vini locali, accompagnati da diversi tipi di formaggi tipici come Asiago, Imbriago e Morlacco e salumi come pancetta e sopressa nei pressi di Valdobbiadene.

Le colline del prosecco DOC sono situate nella parte settentrionale della provincia di Treviso, sull’anfiteatro collinare tra Valdobbiadene e Conegliano, terra di vigneti infiniti.
Da Valdobbiadene si raggiunge Miane e Follina attraverso Combai, nota per le sue foreste di castagni. Visita alla famosa Abbazia benedettina di Santa Maria (risalente al 1100) e al bellissimo Castello Brandolini costruito nel XIII secolo.
Passando per Revine Lago, rimarrete affascinati dalla storia di Vittorio Veneto
Il Castrum romano e Chiesa di San Lorenzo con la Cattedrale di Giovanni Paolo I piazza sapranno impressionare anche il turista meno entusiasta.
A Refrontolo vi è poi la possibilità di visitare l'antica farina mulino Molinetto della Croda cosiddetto 'Görl del Muner' parzialmente scolpito sulla roccia, un rarissimo veneziano mulino risalente al XVI secolo.
Ultima ma non meno importante è la città di Conegliano anche detta 'Cantina di San Marco' della Serenissima Repubblica di Venezia, con i resti del suo Castello Collalto risalente al 1100 e distrutto durante la prima guerra mondiale, così come il Castello di San Salvatore. E 'ancora un centro di studi molto importante con la sua Scuola Reale di Cantina fondata nel 1876, la prima in Italia, e una zona di produzione molto trafficata di vini, grappe e spumanti.
Cena tipica enogastronomica.
 
2’ GIORNO
Colazione in Hotel. Giornata full immersion a Venezia.
 
La "città dei ponti", come viene comunemente chiamata, si estende lungo le foci del Po e del Piave e si è sviluppata storicamente in una delle più potenti città di tutto il Mediterraneo; per secoli e nel periodo del suo massimo splendore era la Serenissima Repubblica di Venezia. L'area della città comprende 118 isolotti, posti nei distretti chiamati 'sestieri' (6 in totale) di cui i più noti sono Cannaregio, Santa Croce, San Marco, Dorsoduro, San Paolo. Altri distretti comprendono le isole di Murano, Burano e Mestre.

Il Ponte di Rialto è uno dei simboli eterni di Venezia, in momenti diversi vennero costruiti qui vari ponti di legno, ma sono andati tutti distrutti da incendi. Nel 1444 il ponte crollò sotto il peso della folla riunita per vedere la moglie del marchese di
Ferrara. Il ponte odierno è in pietra ed è stato costruito nel XVI secolo.

Oltre al Ponte di Rialto, non si può parlare di Venezia senza nominare Piazza San Marco. I monumenti che sorgono in quest’ultima celebrissima piazza sono, tra i tanti, la Basilica di San Marco, il campanile di San Marco, le colonne, la libreria Marciana, il Palazzo Ducale, le Procuratie, la Torre dell'Orologio.
Cena in hotel.

 

3’ GIORNO
Visita di Bassano del Grappa con il suo famoso ponte degli Alpini, costruito su disegno di Palladio, il Museo della Ceramica, i negozi che vendono opere artigianali in ceramica, il Museo Civico e le chiese.
Partenza per Valsugana Valbrenta per godere delle bellezze naturali della zona: le Grotte di Oliero, Calà del Sasso a Valstagna, il Museo del Tabacco che mostra i vari strumenti utilizzati dagli agricoltori dal tardo 17 ° secolo.
Una fortezza insolitA, il Covolo di Butistone è una grotta carsica tra Cismon e Primolano situata a circa 50 metri sopra il livello del suolo e scavata nella roccia calcarea mesozoica. Nel corso dei secoli il Covolo è stato spesso usato come fortezza: da grandi famiglie della zona, dagli imperi veneziano e l'austriaco, e, infine, da parte del Regno d'Italia.
Trasferimento a Marostica, la città degli scacchi. Ogni 2 anni infatti, in questa cittadina si svolge una partita di scacchi vivente. Questo evento si ripete dal 1454, quando due nobili della zona hanno giocato per sposare la figlia del signore di Marostica. E'possibile anche qui visitare il castello e gli insediamenti storici della città.
Cena in Castello di Marostica o in Hotel.
 
4’ GIORNO
Prima colazione in Hotel.
Visita di Villa Emo a Fanzolo di Vedelago, una villa veneta costruita su disegno di Palladio, e di Castelfranco Veneto dov’è possibile ammirare la famosa Pala del Giorgione nella chiesa principale della città, le mura intorno alla città fin dal XII secolo, la Torre Civica, il castello e il giardino che la circonda.
Partenza per la visita guidata di Treviso. Sorta durante l’Età del Bronzo, la città passò attraverso il dominio degli Estensi Ezzelino e Alberico da Romano, degli Scaligeri di Verona e della Repubblica Serenissima di Venezia. Da quest’ultimo periodo in poi la città e l’area circostante sono conosciute come “il giardino di Venezia”.
Visita della vicina oasi naturale di Cervara con la sua particolare palude e le sue acque di sorgente dette 'risorgive'. Vi è qui la possibilità di fare una gita in barca sulla tradizionale barca 'piantana'.
Cena in ristorante tipico a Treviso, dove è possibile gustare i piatti della tradizione locale in base alla stagione, o la cena in Hotel.
 
5’ GIORNO
Prima colazione a buffet in hotel.
Partenza per una giornata full immersion a Padova.
Padova è una città con oltre 200.000 abitanti, famosa come la Città del Santo. I resti di Sant’Antonio sono infatti conservati nella Basilica di Sant’Antonio e richiamano ogni anno milioni di pellegrini da tutto il mondo.
Il cuore del centro storico di Padova è costituito dalle famose 3 piazze: Piazza dei Signori, che ospita il Palazzo del Capitanio, Piazza delle Erbe, che si riempie di giovani ogni mercoledì sera, e dove è possibile ammirare il Palazzo della Ragione, e Piazza dei Frutti (o Piazza della Frutta), dove si estende il retro del Palazzo della Ragione e dove è presente il mercato.
Tra i palazzi da visitare durante un soggiorno a Padova, si segnalano il Palazzo del Bo, storica sede dell’Università di Padova, il Palazzo della Ragione, il Palazzo del Capitaniato. Durante un giro per le vie del centro, è possibile prendere un caffè al Caffè Pedrocchi, il famoso “caffè senza porte”.
Il Prato della Valle è una delle piazze più grandi non solo d’Italia, ma di tutta Europa. In quest’area sorge uno dei più importanti Orti Botanici del mondo.
Tra i luoghi di culto si segnalano, oltre alla Basilica del Santo, il Duomo con annesso Battistero, la Basilica del Carmine, l’Abbazia di Santa Giustina (adiacente al Prato della Valle), la Chiesa degli Eremitani, la Chiesa di San Nicolò. Nella zona del ghetto ebraico (vicino alle piazze) si trova la Sinagoga di Padova.
La Cappella degli Scrovegni, ora visitabile dai turisti solo su prenotazione, è interamente ricoperta dagli Affreschi degli Scrovegni di Giotto.
Cena in hotel.
 
6’ GIORNO
Prima colazione in hotel
Partenza per una escursione sul Monte Grappa a visitare il monumento ai soldati che combatterono la Prima Guerra Mondiale, i percorsi, le trincee dove i soldati di quel tempo vissero e combatterono per rendere l'Italia libera e indipendente.
Visita di Feltre una antica città di epoca romana.
Cena in Hotel.
 
7’ GIORNO
Prima colazione a buffet in Hotel.
Partenza per Verona. Verona è la seconda città d’arte più importante del Veneto, dopo Venezia, che è a poco piu di un’ora da Verona. Espressioni delle vestigia romane, assolutamente da non perdere sono: l’ Arco dei Gavi, il Ponte Pietra, la Porta dei Corsari, la Porta dei Leoni, il Teatro Romano, di Età Augustea, costruito alla fine del I secolo a.C. e recuperato nella prima metà dell’ 800, e l’ Arena di Verona, il grandioso anfiteatro di Età Flavia, costruito fuori dalle mura della città.

Importanti testimonianze dell’ età romanica e gotica sono: la Chiesa di San Zeno risalente al XII secolo, nel cui altare maggiore si trova uno stupendo trittico del Mantegna, mentre nella cripta è custodito il corpo del santo patrono della città; il complesso del Duomo, che custodisce, fra gli altri inestimabili tesori d’arte, una spettacolare pala di Tiziano; e la Chiesa di San Fermo Maggiore, che conserva al suo interno alcuni affreschi giotteschi, opere del Pisanello e varie tele della Scuola Veronese.

A ridosso della romanica chiesa di Santa Maria Antica, del XII secolo, erge il complesso delle Arche Scaligere: le monumentali tombe degli Scaligeri, Cangrande, Mastino II e Cansignorio, i signori di Verona dal 1260 al 1387.

L’edificio civile di riferimento è Castelvecchio, costruito all’epoca di Cangrande II della Scala, ora sede del Civico Museo d’Arte. L’ elegante Loggia del Consiglio, attribuita a Frà Giocondo, gli splendidi palazzi e le porte firmati dal veronese Michele Sanmicheli (Porta Nuova, Porta Palio, i Palazzi Guastaverza, Pompei, Canossa, Bevilacqua e la Cappella Pellegrini nella Chiesa di Santa Maria in Organo) sono alcuni episodi di un Rinascimento che è stato particolarmente florido a Verona.

Ma è senza dubbio l’ itinerario che tocca i luoghi in cui si sono svolte le appassionanti vicende di Giulietta e Romeo, che Shakespeare ambienta nella Verona Scaligera, a rendere questa città la meta preferita da migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo e che ogni anno visitano Verona. Si trovano così la Casa di Giulietta, del XII secolo, con il famoso balcone che dà sul cortile e la bronzea statua della dolce fanciulla; poco lontano si trova la Casa di Romeo e con una breve passeggiata si giunge alla Tomba di Giulietta, situata nei pressi di un antico convento.

Da ricordare anche i vari musei presenti in città, tra i quali: il Museo Archeologico, il Museo civico di Castelvecchio, sopra citato e il Museo Lapidario, che contengono opere di inestimabile valore artistico.
Oltre ai monumenti indicati, Verona possiede numerosi altri monumenti religiosi (chiese, oratori, conventi) e civili (ville patrizie, e signorili), che testimoniamo la lunga e gloriosa storia della città
.

                                                                            Itinerari dei prodotti tipici ------->

 

**** Hotel San Giacomo Sport & Relax****

Piazza Martiri 13 31017 Paderno del Grappa TV Italy

tel. +39-(0)423-930366 fax +39-(0)423-939567

www.hotelsangiacomo.com info@hotelsangiacomo.com